sabato, 7 dicembre 2019 sabato, 7 dicembre 2019

UnaTalks Interviste / XXI Edizione di Sguardi Altrove

Milano / 28 febbraio - 23 marzo 2014

Il mestiere di regista. Perché esistono tanti più uomini quante meno donne? Esiste uno sguardo femminile nel cinema? A questi interrogativi abbiamo trovato risposta seguendo la XXI edizione di Sguardi Altrove, film festival a regia femminile.


Mariangela Barbanente, regista e sceneggiatrice, e Cecilia Mangini, prima donna a girare documentari nel dopoguerra, raccontano In viaggio con Cecilia, il film on the road in cui insieme ripercorrono la loro terra, la Puglia. Sguardi di due generazioni lontane che si incontrano per interpretare il cambiamento di un territorio attraverso cui passa anche il passato e il presente dell’intero Paese. Sullo sfondo il ricordo dei primi documentari di Cecilia Mangini, tra cui Essere donne del 1964, la vertenza dell’Ilva di Taranto e tante altre storie.



Nella lingua slava, bosniaca, croata e serba sedia si dice stolica. È un’unica parola che unisce, simbolicamente, il destino di popoli in conflitto. La regista Elisabetta Lodoli spiega come è nato il film Stolica e chi sono i suoi protagonisti, donne e uomini che hanno vissuto il dramma della guerra in Jugoslavia e che da allora resistono alle ferite ancora aperte per testimoniare quanto è successo.


Nel cinema esiste uno sguardo femminile? La regista Fabiana Sargentini sostiene di sì e così presenta il suo ultimo lavoro, scritto insieme a Morando Morandini, Non lo so ancora, primo lungometraggio dopo una carriera di cortometraggi e di documentari.